PALLADIUM (a grande richiesta e ringraziando wikipedia )

SE GLI ARTICOLI CHE RIPORTO DOVESSERO VIOLARE DIRITTI D'AUTORE SEGNALATELO NEL GUESTBOOK E SARANNO RIMOSSI IMMEDIATAMENTE NON VORREI MAI TOGLIERE A COSTORO IL MERITO DELLE LORO SUPPOSIZIONI

[ http://it.wikipedia.org/wiki/Palladium ]

Il sistema NGSCB (Next-Generation Secure Computing Base), meglio noto con il nome di Palladium, è un’architettura software progettata dalla Microsoft che implementa la controversa idea di “trusted computing” (“computer sicuri”) nelle versioni future del sistema operativo Microsoft Windows. La Microsoft sostiene che l’obiettivo del sistema NGSCB è quello di aumentare la sicurezza e la riservatezza degli utenti del computer [1], ma i critici ritengono che questa tecnologia non solo non raggiungerà lo scopo dichiarato (l’aumento della sicurezza), ma darà luogo ad un aumento della privativa industriale e alla conseguente riduzione della concorrenza all’interno del mercato della IT (Information Technology).

Il sistema NGSCB si basa su una tecnologia hardware progettata dai membri del Trusted Computing Group, che si occupa di fornire soluzioni per i problemi relativi alla sicurezza informatica (generazione veloce di numeri casuali, coprocessori crittografici, ecc.). Essenzialmente i critici del sistema si oppongono al fatto che esso trasmette in remoto dati sulla configurazione hardware e software del computer [2]. È stato stimato probabile che, nel giro di pochi anni, l’acquisto di PC realizzati con componenti TCG aumenterà notevol

Architettura e dettagli tecnici

Un computer di questo tipo (Trusted Computing-enabled, con sistema operativo Microsoft) non contiene soltanto elementi software sviluppati dalla Microsoft, ma anche componenti hardware prodotti dalla Trusted Computing Group. La maggior parte delle caratteristiche possedute dalla tecnologia NGSCB sono strettamente proprietarie e, pertanto, non potrebbero ad esempio funzionare sui PC di oggi.

Nelle attuali specifiche della Trusted Computing sono presenti due componenti hardware: il TPM (Trusted Platform Module), che realizza la memorizzazione in sicurezza di chiavi crittografiche ed un coprocessore crittografico sicuro, e una particolare caratteristica di memoria nella CPU. Il sistema NGSCB contiene inoltre due componenti software, il Nexus, un kernel di sicurezza integrato all’interno del sistema operativo, e l’NCA (Nexus Computing Agent).

Memorizzazione in sicurezza e certificazione

In fase di produzione viene generata una chiave crittografica che viene memorizzata all’interno del TPM. Questa chiave non viene mai trasmessa ad alcun altro componente, ed il TPM è progettato in modo tale da rendere estremamente difficile il recupero della chiave così memorizzata, anche al possessore del componente. Le applicazioni scambiano dati codificati tramite questa chiave che il TPM provvede a decodificare. Più in dettaglio, i dati decodificati vengono abilitati al passaggio esclusivo tra componenti ed applicazioni “trusted”, mentre il passaggio viene inibito in direzione dei componenti e delle applicazioni “non riconosciute” (compresi i sistemi operativi).

Il TPM è anche in grado di produrre una firma crittografica basata sulla sua chiave segreta. Questa firma può essere controllata dall’utente o da un terzo: in tal modo essa può quindi venire utilizzata per fornire in remoto la certificazione che un determinato computer è “sicuro”.

Utilità della tecnologia NGSCB

Il sistema NGSCB è attualmente utilizzato per la realizzazione di applicazioni Trusted Computing. Esso può prestarsi in quest’ambito ad una certa varietà di utilizzi, almeno potenziali; esso non pare tuttavia di alcuna utilità per l’utente del computer.

Digital Rights Management

Tramite questo tipo di certificazione e le caratteristiche di crittografia del TPM, è possibile sviluppare un Digital Rights Management (DRM, una modalità per gestire i diritti d’autore sull’informazione digitale); gli oppositori del sistema ritengono che, nonostante il NGSCB non nasca con il preciso intento di dar luogo ad una tale tecnologia (ed il fatto che, allo stato attuale, esso non sia già provvisto), il DRM sia nondimeno la motivazione fondamentale dello sviluppo dell’NGSCB.

Il DRM può essere implementato tramite la codifica di file DRM-protetti e fornendo la chiave per la decodifica soltanto alle applicazioni autorizzate. In tal modo è quindi possibile implementare un’ampia gamma di protezioni dalla copia; sarà ad esempio possibile creare un file leggibile solo da un certo computer, oppure all’interno di un certo gruppo (come una rete aziendale), o addirittura un file che può essere letto un numero massimo di volte. Non ci sono limiti alle restrizioni che possono essere imposte tramite una simile tecnologia. Va da sé che un file DRM-protetto può essere copiato facilmente come un qualunque altro file non protetto, ma sarà poi impossibile decodificarlo tramite un computer non autorizzato dell’NGSCB.

 

Critiche

L’NGSCB ed il Trusted Computing possono essere utilizzati intenzionalmente ed arbitrariamente al fine di impedire a certi utenti l’accesso a certi file, prodotti e servizi, per esempio per impedire agli utenti l’acquisto di prodotti della concorrenza, portando in proiezione ad una rigida situazione di privativa industriale. Situazione analoga all’attuale, dove molti utenti si ritrovano “costretti” ad acquistare Microsoft Word non per motivi di efficienza ma di pura compatibilità. Questo problema è stato oggi parzialmente risolto da prodotti come OpenOffice, che offre una seppur limitata compatibilità con i formati dei file di Microsoft Word. Se il sistema NGSCB prendesse piede, nessuna altra applicazione potrebbe leggere i file codificati da Microsoft Word, indipendentemente dalla capacità di leggere lo specifico formato.

L’NGSCB ed il Trusted Computing sono inefficaci nel risolvere la maggior parte degli odierni problemi di sicurezza informatica, quali ad esempio virus informatici e troiani. Ciò nonostante, Microsoft ha affermato in passato che l’NGSCB è una tappa necessaria propria nella lotta ai virus [3]. Tuttavia, in seguito Microsoft non ha più aggiunto nulla circa l’effettiva capacità dell’NGSCB di risolvere questi problemi [4].

Risolvere il problema

I critici propongono un modo per 'andare oltre' questi problemi [5]. Sebbene la chiave memorizzata dal TPM sia inaccessibile, dovrà pur essere garantito all’utente un modo per identificare se stesso; tramite questo modo, l’utente dovrebbe poter essere in grado di “forzare” il TPM creando una falsa certificazione o decodificando i dati da trasmettere ad un’applicazione che non sarebbe altrimenti in grado di leggerli. Questa caratteristica dovrebbe garantire che l’utente mantenga il livello più alto di controllo sul proprio computer e sui dati in esso contenuti, sebbene un tale sistema renderebbe inutilizzabile il Trusted Computing ai fini del DRM. Trusted Computing resterebbe utile per prevenire l’accesso ad un PC da qualcuno di diverso dal proprietario, ad esempio in un’azienda o in una scuola.

 

Disponibilità

Quando fu annunciato, ci si aspettava che l’NGSCB facesse parte del nuovo sistema operativo Windows, Windows Vista (precedentemente denominato Longhorn). Nel maggio 2004 fu riportato che la Microsoft aveva accantonato il progetto NGSCB [6]. La notizia fu repentinamente smentita dalla Microsoft, che rilasciò alla stampa la dichiarazione di star al contrario “riprendendo” il progetto [7]. Ad ogni modo, le caratteristiche fondamentali dell’NGSCB non dovrebbero apparire prima del rilascio di Windows Vista.

Cambio di nome

Inizialmente l’NGSCB era stato chiamato da Microsoft “Palladium”. Nella mitologia greca e romana, Palladio era l’"immagine della tradizione su cui si basa la sicurezza della città". Il nome era associato in particolare alla statua della dea Atena ubicata a Troia, la quale si credeva proteggesse i troiani dalle invasioni dei greci. La statua venne rubata da Ulisse e Diomede, ma la città non cadde fino a che non venne aggredita dal cavallo di Troia.

DICONO DI LUI (ringraziando giro di vite http://www.girodivite.it/article.php3?id_article=3608 )

Il palladium è arrivato

Prima opinione
 Confermata l’uscita di numerosi prodotti "Trusted Computing". La soluzione è una e una soltanto: NON COMPRATE.
 

Confermata l’uscita di numerosi prodotti "Trusted Computing". L’elenco completo (almeno spero) QUI.

Le marche sono un pò di tutto: Sony, Toshiba, Panasonic, Fujitsu, Transmeta, National, Atmel, American megatrends, IBM, ST, Infineon, HP/Compaq, Acer, Nec, Dell, Quay Coroirate, MPC Corp. Optima, Gateway, Samsung, Mitsubishi, Motion computing, INTEL, Radisys.

I loro portavoce rassicurano il pubblico, ma noi sappiamo che sono tutte balle, quei chip passano il controllo del pc da NOI a LORO.

La soluzione è una e una soltanto: NON COMPRATE. Boicottiamo i prodotti TC o non ci salveremo. Alternative esistono ancora, alcuni prodotti di quelle compagnie sono comunque liberi dal Trusted Computing, e ci sono comunque compagnie che non ne vendono proprio. Evitate il TC come la peste, e vedrete che il crollo delle vendite farà capire l’antifona ai grandi produttori.

Seconda opinione


 

Bene! abbiamo capito! è finito il divertimento..

-  Per quanto riguarda la musica:
-  Io sono contrario alla pirateria.
-  Ma penso che non ci guadagnerà nessuno, cioè la gente comprerà ancora meno, almeno gli "ignoranti" (appunto, aumenta "l’ignoranza musicale").. i musicisti sanno che la musica di internet è inutilizzabile.. (ci sono mille motivi che evito di spiegare) e nessuno si sogna di comprare migliaia di CD in più..

-  Per quanto riguarda il programma di scrittura: ci avarremo di un altro computer che non sarà mai collegato (è ovvio che parlo in primis della privacy).

-  Per quanto riguarda la banca online

Nessuno si sognerà più di utilizzarla! anzi sarà consigliabile eliminare l’opzione sul conto/corrente

-  Per le altre cose, sconsiglio di comprare il software a prezzi esorbitanti, per entrare nei nuovi prodotti! (si dovrebbe parlare di 50 o 100 euro a computer, in armonia con il costo del tutto.. io per esempio pago una trentina di euro per l’antivirus, ma se ogni anno si dovesse pagare mille euro di abbonamenti, sarebbe meglio chiudere quella porta allo zio sam)

-  Per la navigazione a scopo istruttivo?

io ho visto ben poco in internet che non sia una vetrina di cose da comprare e di certo c’è poco da fruire

Allora, credo che le compagnie server dovrebbero cominciare ad abbassare le saracinesche.

Il progresso prende la piega dello stato di polizia.. del continuare a bussare a soldi..

Ragazzi, conviene scoraggiare che ci vuol far pagare il nostro stesso pensiero!

Io suggerisco di aspettare che chi di dovere ci ripensi a tarpare il pensiero umano, definendolo solo "proprio" ognuno di noi sa che il progresso è dovuto a tutta l’umanità.

Tentare mille razzismi, corrisponde sempre ad armare la mano dell’avversario, anche con armi improprie!

Noi ci armeremo di indifferenza, verso questa nuova forma di imperialismo informatico.

Propongo di comprare sistemi di scrittura dedicati.. di non utilizzare il computer per la musica..

E potrei continuare! e anche voi potreste continuare..

Quel che è certo è che nessuno potrà levarci la libertà di trovare il nostro divertimento, la libertà di parlare tra noi, queste cose di certo non sono di tizio o di sempronio..

Ma la cosa più incredibile del palladium è che non ci sarebbe più limite all’abuso!..

E io dico: a chi può far gola una tale innovazione che ci pone in una situazione di rischio e anche di ritorsione, o addirittura di intrusione e di danno?

In definitiva, il computer servirà alla fine solo per le cose ovvie..
-  parlo di rete! ma poi, gireranno certe "lavatrici" con il bollo da pagare.. e allora, il computer tornerà simile a un grosso commodore64, con tutto incorporato.

Internet non potrà essere usato più dai privati.

Sarà un oggetto che creerà dispute internazionali, poichè è una risorsa troppo poco marziana..

Ma Gates sa quanti soldi si paga per navigare? perchè non si fa risarcire dai gestori della rete?

Sto parlando del fatto che quì non siamo nel gratis..e tutti se ne accorgeranno presto che finito il divertimento, finiranno i soldi!

Terza opinione

Che dire, stavo ravanando per la rete P2P di Edonkey quando sono incappato in un curioso file TXT, un testo scritto da un utente Windows che parla contro il Progetto Palladium ora rinominato come TCPA.

L’ utente dice di amare Windows e di odiare Linux, ma piuttosto che chinarsi preferisce usare Linux.

Se il pensiero degli utenti Windows e’ questo allora Windows ha ancora poco da vivere, anche perche’ penso che anche i meno consapevoli lo diverranno presto quando non potranno piu’ ascoltare mp3, vedere divx, copiare l’ office etc ...

Riporto il testo integrale del TXT:

WARNING: PALLADIUM INCOMING!!! Torna alla pagina delle informazioni tecniche Torna alla Home Page di Jack

QUESTO TESTO E` ABBASTANZA LUNGO, MA SE AVRAI PAZIENZA DI LEGGERLO TUTTO AVRAI MODO DI ESSERE PIU` INFORMATO SULL’IMMINENTE CATASTROFE INFORMATICA CHE E` DESTINATA AD AVVENIRE... IO PERSONALMENTE MI STO IMPEGNANDO IL PIU` POSSIBILE PER FAR GIRARE QUESTO MESSAGGIO E FARLO ARRIVARE A TUTTI, SPERO CHE VOI FACCIATE LO STESSO

FORSE tu che stai leggendo non sei un esperto dell’Informatica, ma quello che sta per succedere a questo Mondo, cambiera` profondamente anche la vita di coloro che di Computer proprio non se ne interessano, ed a questo punto, pensiamo che abbiate gia` capito di cosa stiamo parlando, perche` bene o male, a tutti e` giunto all’orecchio questo nome: Palladium, e bene o male, molti degli utenti, anche quelli meno esperti, hanno letto qualcosa relativo a questo progetto.

Per chi non lo sapesse, Palladium sara` la costrizione, si, proprio cosi`, costringere gli Utenti ad acquistare determinati prodotti, senza lasciare loro scelta, ma dato che a questo Mondo siamo normalmente liberi di scegliere, ma si e` ormai capito che scelte ne avremo 2 soltanto, e quella piu` logica e` anche la piu` difficile: starne fuori, ma per fortuna c’e` piu` di un modo di starne fuori, ma e` difficile: o si rimane con Windows XP, o si passa a "Linux" perche` anche "Machintosh" e` entrato a far parte del TCPA e quindi e` diventato Palladium, quello pero` di cui ci dovremo dimenticare e` "Windows".

Si, perche` a questo Mondo, fino a prova contraria, 1+1=2 e 2x2=4, e di fatti, "casualmente" le varie multinazionali si sono combinate in modo da lasciare poca scelta;

Eh si, perche` il prossimo "Windows", conosciuto come "LongHorn", come tutti sappiamo, sara` il Sistema Palladium per eccellenza, e di fatto, pure quella che doveva essere la scelta piu` ovvia per evitare Palladium, Mac, ha preferito buttarsici a capofitto, infatti, Machintosh e` entrato in Palladium pochi mesi fa`, senza poi contare che il progetto OS2, altro Sistema alternativo, e` stato chiuso togliendo una delle ultime possibilita` di scelta, e resta quindi un’unico Sistema Alternativo: "Linux" che per eccellenza e` l’Anti-Palladium.

Ebbene, io che scrivo, sto scrivendo con "Windows XP", infatti mi e` sempre piaciuto Windows, tutti i miei Computer sono 100% Microsoft, ma da quando ho saputo di Palladium, ero deciso a passare a Mac, non subito, avrei atteso ancora un po’, ma poi sarei passato a Mac, ma ora che Mac e` passata a Palladium...

Nulla, le "grosse" si sono organizzate bene, anche Mac e` passato nel "Lato Oscuro dell’Informatica", Mac e` passato a Palladium, ha aderito ad TCPA, e quindi, non potro` neppure passare a quella che per me era la seconda scelta.

Non mi resta che passare al Sistema che personalmente ho sempre odiato, non lo ho mai sopportato, non mi piace, ma per principio, mi sacrifichero`, non andro` a finire in Palladium, io ne staro` fuori e consiglio a tutti di fare lo stesso: passare a Linux o ad un eventuale altro Sistema Operativo che non sia Palladium.

Prima che io passi a "Linux", pero`, restero` ancora qualche anno con il buon vecchio "Win XP pro", senza aggiornarlo altrimenti finisco comunque in Palladium e poi, decidero` sul da farsi.

Eccoci qui, quindi, se vuoi sapere meglio che cosa e` Palladium, avrai qualche pagina in piu` da leggere, ma non preoccuparti, ci sara` anche da ridere, per non piangere, ma se non avrai voglia di leggere questa lettera, non essere egoista e mandala a piu` persone che puoi per avvisarle dell’imminente pericolo. Grazie

Giusto per rompere il Ghiaccio iniziamo con un Simpatico Esempio di quel che succedera` in Futuro, ridiamoci, giusto per non piangere, ma preparateVi a rimanere schifati.

Esempio Simpatizzato: Utente Inesperto: "Che bello, Windows Vista... che bello, mi piace un casino, lo ho visto, ha le Finestre con l’effeto trasparenza, e` bellissimo, cosi` vedi sempre il tuo WallPaper di sfondo, cavolo, mi piace troppo, LO VOGLIO, LO VOGLIO!!!" Dopo qualche giorno di ricerca di una copia Pirata...: Utente Inesperto: "Uffa, non si riesce a copiare... ma si, e` Natale, me lo compero... $300" Piu` tardi a casa: Utente Inesperto: "Bellissimo, bellissimo! Facilissimo!Mi piace troppo la grafica, si, tanto RAM ne ho tanta, ho un Computer potentissimo con l’ultimo "Pentium D" che bene che si vede lo sfondo, che belle sfumature... aaah..., che bello adesso mi vado a prendere tutti gli Mp3 scaricati che ho messo nel vecchio DiscoFisso esterno di BackUp e mi faccio una bella Playlist... ma che succede, non ci sono piu`, uffa, non e` possibile, devo aver sbagliato a Copiare i File del Disco Esterno, uffa, va beh, mi scarico "Emule"... ma che succede, Emule non c’e` piu`??? Non mi apre la pagina Web, che succede, accidenti, mi prendero` "WinMX"... ma uffa, non e` possibile, non funziona neanche quello... mah, sara` un problema di Internet, riprovero` piu` tardi, intanto mi guardo un Film di quelli che mi ero fatto copiare... ah si, "Fast & Furious" mi piace tanto... ma come, non me lo apre, perche` non funziona, ma se ha sempre funzionato sull’altro Computer, ma che cavolo... aspetta chiamo il mio amico, lui sa tutto di Computer, forse sa dirmi cosa devo fare..." Al telefono Utente Inesperto: "Perche` non mi funziona? Ho appena comperato il Windows nuovo, lo ho messo sul Computer potentissimo, quello che mi sono comperato pochi mesi fa, ma non mi legge il Film che mi hai Masterizzato, e neanche gli Mp3 che mi ero scaricato e che avevo nel Disco Esterno, quelli proprio non li vedo piu`..." LA RISPOSTA Utente Esperto e Consapevole: " Caro amico mio, hai fatto 2 grossi errori, ed ora non c’e` piu` nulla da fare: sei in PALLADIUM. Il primo errore e` stato comperare un Computer Palladium con il "Pentium D" il secondo e` stato comperare un Sistema Operativo Palladium "Windows Vista" mi spiace dirtelo, ma tutti i File Mp3 del Disco Fisso esterno non e` che non te li vede, ma te li ha cancellati Palladium, per sempre, ed il DVD non funziona perche` e` copiato e Palladium non permette di vedere cose copiate, ed il Sito di "Emule" non ha problemi, e` Palladium che non ti permette di collegarti a quei siti quindi neanche al sito di "WinMX" puoi piu` collegarti..., mi dispiace, dovresti buttare via tutto e cambiare totalmente tipo di Computer e Sistema Operativo e prendere tutto non Palladium..." FINE

Ebbene, che dire? A questo punto scatta la curiosita` di capire da dove arriva questo Palladium e come funzioni, ed ora, ecco a voi la spiegazione di come funziona questo Sistema che non permette grosse scelte, o ci sei dentro o ci sei fuori, se ci si resta fuori, Palladium potrebbe fallire e rimarremmo tutti liberi, se invece dovesse avere successo, si verra` a creare una sorta di "Muro di Berlino Informatico" e ci saranno persone Palladium e Persone Libere, e l’unica cosa che puo` decidere se il Mondo sara` Palladium o no, e` il mercato.

ATTENZIONE, Siamo vicini al punto di non Ritorno, il "Pentium D" (Primo Microprocessore Palladium (TCPA & DRM)) e` arrivato (clicca qui e vedrai che purtroppo non e` uno scherzo http://punto-informatico.it/p.asp?i=53103&r=PI), e nel giro di un anno arriveranno il nuovo Windows ed il nuovo Mac OS che sono entrambi Palladium: ora e` il momento di agire con piu` fermezza, e` il momento per far capire a chi ha voluto questo progetto, che noi utenti, non lo vogliamo, Palladium non deve prendere piede, Palladium dovra` rimanere solo un nome di un progetto fallito, Palladium... ma tu sai che cosa e` Palladium? Palladium e` il nome con cui viene chiamato un progetto, atto al controllo degli utenti di qualunque apparecchiatura multimediale, a partire dai Computer, i Decodificatori, Televisioni, Lettori DVD, Cellulari... forse ancora non stai capendo che cosa sia Palladium, e` abbastanza difficile da spiegare, per spiegartelo dovresti leggere tutta questa E-MAIL e non e` detto che tu ne abbia la pazienza, ma se dovessi cestinarla, aiuteresti questo progetto ad attivarsi ed entrare anche nella tua casa, sempre che non ci sia gia` entrato, quindi, per cortesia, se proprio non hai pazienza di leggerla, inviala a quante piu` persone tu possa.

Abbiamo deciso di inviare questa lettera perche` ci siamo resi conto che Palladium sta inesorabilmente avanzando e se cliccherai su questo link: http://punto-informatico.it/p.asp?i=54438&r=PI ti renderai conto che anche se molti dicono che Palladium e` morto in realta` sta per essere messo in commercio, questi sono gli Anelli di congiunzione tra il TCPA ed il DRM stanno arrivando e si chiamano "Pentium D" dalla parte dell’HardWare e "Windows Vista" & "Mac OS" dalla parte Software e l’unica cosa che possiamo fare per evitare che questo anello venga piazzato, e` rifiutare l’acquisto di questo nuovo Processore chiamato "Pentium D" e rifiutare l’acquisto di questo nuovo Windows che fino ad ora era conosciuto come "Longhorn" e di cui solo pochi giorni fa se ne e` saputo il nome ufficiale: "Windows Vista" o "Windows Vista", e non dimentichiamoci di "Mac OS", mi spiace dover dire che bisognera` Boicottare pure quello. Questo "Pentium D" per ora e` innoquo, ma non appena verra` abbinato al prossimo "Windows", che probabilmente si chiamera` "Windows Vista" o "Windows Vista", o anche abbinandolo al prossimo "MacOS", funzionera` a tutti gli effetti, imponendoci dei controlli molto rigidi, vietandoci l’installazione di certi programmi e limitandoci l’accesso a molti Siti Internet che verranno considerati non regolari. Gia` qualche anno fa`, in Internet iniziarono a girare alcune E-MAIL di avvertimento riguardo a questi Progetti che violano la Privacy, sembrava una cosa incredibile cio` che descrivevano, ma quelle E-MAIL non furono inutili, infatti il progetto venne parzialmente bloccato, nessuno accetto` che qualcuno potesse entrare nei Computer e visualizzare tutti i file con la scusa di vedere se c’erano piani terroristici, ma alla fine, e` rimasto attivo il Progetto che riguarda il controllo dei Codici di attivazione dei Programmi con il nuovo nome di "DRM" (inizialmente si chiamava Palladium, ora si chiama TIA Terrorism Information Awareness) e quello che riguarda tutte le Componenti di Computer, Televisioni e Cellulari e` rimasto TCPA, quindi, per favore, non cestinare questa E-MAIL, per una volta, non hai ricevuto una di quelle stupide catene, qui si tratta di tentare di modificare il destino del Mondo intero dandogli la liberta` che gli spetta, quindi, anche se non hai tempo o voglia di leggere questa lunga E-MAIL, per favore inviala a tutte le persone che conosci, oppure continua a leggere questo documento ed invialo poi, siamo sicuri che se lo leggerai tutto, non lo cestinerai, ma anche tu contribuirai all’invio per farlo girare il piu` possibile.

TCPA e DRM sono due cose diverse, ma in realta` sono la stessa cosa e con il tempo, sono destinate ad allacciarsi a vicenda ed interfacciarsi, ed il punto base per questo allacciamento e` proprio il nuovo Processore della Intel: "Pentium D" che teniamo a sottolineare, dobbiamo Boicottare a tutti i costi, ma non dimentichiamoci che bisogna anche Boicottare categoricamente i Sistemi Operativi Palladium come il prossimo "Windows" che arrivera` nella meta` del 2006 ed il prossimo "Mac OS" che purtroppo saranno entrambi Palladium.

Dico purtroppo perche` fino a qualche mese fa`, "Mac OS", che e` un altro ottimo Sistema Operativo, diverso da "Windows" ma con caratteristiche simili, e` passato alla piattaforma X86, quella dove ci sono sia Intel che AMD che sono entrambe promotrici del TCPA piu` conosciuto come Palladium, quindi, per molti, questo abbandono di "Machintosh" del "Power PC" e` una sorta di tradimento, ma non e` il mio caso che invece ho sempre utilizzato "Windows" ed ora, non potro` nemmeno passare a "Mac OS" per stare lontano da Palladium.

Palladium ormai sta diventando un Sinonimo di Controllo Totale, un Grande Fratello che ci impedira` categoricamente di fare o vedere determinate cose, che lo si voglia o no, Palladium blocca al principio le cose... di che cose sto parlando?

Un esempio sono tutti quei Programmi che non hanno aderito al TCPA, essi non potranno in nessun modo essere installati, si, "essere installati", verra` direttamente impedita l’installazione di programmi che non hanno aderito al TCPA.

Ora la domanda logica e`: "E se io mi scrivo un Prigramma con il mio Computer?"

Beh, il Programmino tuo funzionera` tranquillamente se lo hai fatto con un Computer Palladium, ma solo sul tuo Computer, solo sul Computer in cui e` stato scritto e compilato, non potrai distribuirlo a nessun altro, e se proprio vorrai metterlo On-Line dovrai avere l’autorizzazione della TCPA perche` esso possa funzionare sui Computer di altre persone On-Line, e casualmente, per avere l’Autorizzazione del TCPA, si paga, quindi, sfumano totalmente sogni di chi vuole distribuire i Programmi gratuitamente, perche`, che lo si voglia o no, ci saranno spese per avere l’Autorizzazione, altrimenti, si fa Software non autorizzato che funzionera` solo su Computer su cui e` installato un Sistema Operativo non Palladium quindi, ne "Windows" ne "Mac OS".

Lo stesso vale per i Siti Internet... pensate di essere liberi di navigare in Internet con un Computer con installato il futuro "Windows" od il futuro "Mac OS"?

Eh Eh Eh, la cosa migliore e` eliminare il problema alla radice, quindi, le grosse aziende informatiche hanno trovato il modo di eliminare tutti i programmi pirata, come? Semplice! : si potranno solo visitare siti approvati, quindi, dimenticateVi totalmente dei siti Internet da cui scaricare Crack, Programmini Pirata e dimenticatevi dei programmi di "Peer to Peer" come "Emule" o "WinMX", essi, saranno destinati a rimanere programmi per i soli utenti non Palladium, e cioe` per coloro che sono rimasti a "Windows XP" o che sono passati a sistemi alternativi, come ad esempio "Linux".

 

Quarta opinione


 

Ma ora, vediamo di spiegare come funziona o cosa sia sto Palladium, che in se, sara` Composto da 2 parti inizialmente distinte: il TCPA ed il DRM.

-  Il TCPA (Trusted Computing Platform Alliance) e` un Sistema basato su un Chip, chiamato Fritz, Nome che deriva dal Cognome del Senatore Fritz Hollings del senato Americano, sostenitore di questo Progetto, il Chip e` stato sviluppato dalla Intel, che e` una delle promotrici di questo progetto, in collaborazione con IBM e Microsoft; tale Chip Fritz e` presente nel nuovo "Pentium D" e dobbiamo evitare che entri nelle nostre case. Il TCPA si basa sul fatto che tutte le componenti di un Computer, per funzionare, devono avere il Chip Fritz, e grazie a questo Chip, continuano a scambiarsi dei codici Criptati per essere sicuri di lavorare solo con HardWare approvato (non si sa da chi o cosa, ma se non ci credi, prova a cercare in Internet "TCPA"). Se una componente non dovesse avere il Chip, subito verrebbe isolata dal resto del Computer, bloccandone cosi` il funzionamento (se hai un Computer TCPA e ci monti, ad esempio, una Scheda Audio non TCPA, questa non potra` funzionare in quanto tutte le altre Schede si passano Codici criptati grazie al Chip Fritz, mentre la Scheda Audio non sa criptare e decriptare i Codici, quindi rimarrebbe isolata dagli altri HardWare, viceversa, se hai un Computer non TCPA e ci monti, ad esempio, una Scheda Video TCPA, essa stessa si rifiutera` di funzionare dato che nessuno risponde ai suoi Codici criptati); piu` tardi, seguira` un esempio piu` definito.

-  Il DRM (Dgital Right Managment) e` un Sistema basato su chiavi Criptate di bloccaggio tra Programmi, se si ha un Sistema Operativo Palladium (attualmente non ce ne sono ma Microsoft ha gia` in ’cantiere’, ed ormai ultimato, un Windows con il DRM funzionante, per adesso, tale Windows e` denominato "Longhorn", ma di recente la Microsoft ha annunciato che il nome ufficiale sara` "Windows Vista" o "Windows Vista", se fai una ricerca in Internet, lo trovi) potrai installare solo Programmi che hanno in se i codici di DRM e saranno soggetti a controlli e ad attivazioni simili a quelle di Windows XP, ma piu` rigidi. Quando installerai un Programma DRM, esso andra` in cerca dei codici del Sistema Operativo, se non dovesse trovarli, allora il programma si rifiutera` di installarsi, viceversa, se si compera un Programma non DRM mentre il Sistema Operativo lo e`, sara` il Sistema Operativo stesso ad impedire che tale Programma si installi. Aderendo a DRM, quando ti colleghi ad Internet, sarai soggetto a dei controlli, che consisteranno nella verifica di tutte le Chiavi dei tuoi Programmi installati, nel caso in cui dovessero esserci dei File o Programmi non approvati, potrebbe arrivarti direttamente la Fattura a Casa (se non ci credi, prova a cercare in Internet "Palladium"), ma facciamo attenzione, perche` il DRM potresti gia` averlo installato nel tuo Computer, infatti, "Windows Media Player 9", nel Contratto di Licenza avvisa che e` gia` pronto per il DRM e appena sara` attivato, potrai essere soggetto ai controlli previsti dalla Legge, tant’e` vero che "Windows Media Player 9" e` stato fatto anche in versione per Mac, che casualmente ha appunto aderito di recente a Palladium, e cosi`, senza saperlo, anche tu che usi Mac ti trovi a passare informazioni di vario genere su cio` che e` stato fatto con il tuo Computer grazie al DRM a cui hai aderito.

-  L’allacciamento tra TCPA e DRM avverra` piu` avanti nel tempo, si pensava nel 2008, ma la messa in commercio di questo nuovo processore della Intel, il "Pentium D" ha fatto capire che in realta`, l’allacciamento iniziera` proprio in questo periodo, ed una volta attivato e messo a regime, un Programma DRM funzionera` solo su di un Computer TCPA ed il Computer TCPA funzionera` solo se gli si installano programmi DRM.

Ora faremo 3 esempi di quello che sara` il nostro futuro a partire dal 2006 in poi, visto che questo Progetto sta venendo attivato un passetto alla volta.

Il primo passo e` stato quello di inserire i Region Code nei Lettori DVD, tali codici servono a far si che un DVD possa essere comperato solo nel Paese in cui vivi, ed ha un concetto semplice di funzionamento: in pratica i DVD vengono marchiati con un Codice che identifica il Paese in cui tale DVD verra` venduto (Stati Uniti, Europa, Russia), in questo modo il DVD potra` essere visualizzato solo da lettori DVD che hanno lo stesso Codice identificatore di Zona, per capirsi, un DVD dell’Europa, potra` essere visualizzato solo da un Lettore Europeo, se inserisci il DVD Europeo nel lettore Russo, il lettore si rifiutera` di visualizzare il Disco. Questo va a tutto svantaggio dei Consumatori dato che, ad esempio, negli Stati Uniti i DVD costano meno, ma se comperi un Disco li`, non potrai ascoltartelo una volta tornato a Casa tua in Europa. Questo sembra incredibile, ma basta cercare in Internet (DVD region) e ti trovi con vari documenti con mappe di divisione come quella che c’e` qui sotto:

Scusate, ma da come hanno numerato le Zone, sembra tanto una classifica

Teniamo presente che tutti i Chip Fritz hanno il Codice Regionale, includendo quindi anche quelli delle Schede del Computer obbligandoti cosi` a comperare tutte le componenti di un Computer nello stesso paese. E poi vengono a parlarci di Globalizzazione e Mondo Unito quando poi dividono il mondo in 6 per poter fare lo smercio con i prezzi basati sulle tariffe dei vari paesi? E` una "latrata", in certe regioni i Dischi costano la meta`, perche` devo pagarli il doppio?

Il brutto e` che quasi tutte le Aziende hanno aderito a questo Progetto, bastera` cliccare in questo Link per vedere che l’unico modo per fermarle, sara` quello di fare un Boicottaggio di massa:

https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/members interessante: il dominio ".org" denotifica "organizzazione senza fini di lucro": su che Film?

 

Quinta opinione

Supponiamo che dopo aver visto questa Lista, capirai bene perche` siamo cosi` preoccupati e quindi, anche tu contribuisca a far girare queste informazioni nella speranza che arrivi alle persone giuste, nella speranza che si muova qualcosa contro questo progetto di cui non si e` mai parlato, ma perche` qualcuno non vuole che se ne parli, aiutaci anche tu a cercare di salvare la liberta` che ci spetta, qui non si parla di terze persone, si parla anche di te che in questo momento stai leggendo questa lettera di appello e che un giorno, non potrebbe piu` esistere dato che probabilmente potrebbe essere cancellata dai promotori di TCPA & DRM, che ricordiamo sono Intel & Microsoft, che hanno trovato poi collaborazione anche da IBM.

Ora seguono gli esempi, che sono stati tratti da un Forum in Internet e sembrano essere stati ben esplicativi del problema in cui incorreremo nel futuro:

ESEMPIO 1 Scritto da: Anonimo > Ma il TCPA non doveva essere solo un > programma di sicurezza Anti-Terrorismo? > Che cosa centra questo con Palladium che ? > un sistema Anti-Prirateria?

A dire il vero il TCPA affonda le sue radici molto piu` indietro, addirittura nel 1990 c’era gia` un primo abbozzo di questo progetto, ma sembrava troppo assurdo e venne scartato. Poi nel 1999 fu qualche casa DiscoGrafica a chiedere qualcosa perche` si smettesse di copiare i loro ’CompactDisc’ e ’DigitalVideoDisc’ e con la scusa degli attentati del 2001 lo hanno tramutato in un Sistema che serve a vedere se ci sono progetti Terroristici in un Computer. L’anno scorso TCPA & DRM sono venuti alla luce, allora il DRM aveva ancora il nome di Palladium, e per fortuna e` stato bloccato prima che venisse attivato, ed ora, sta venendo messo in moto con piu` calma, un passo alla volta, ma con alcune piccole limitazioni, per capirsi, e` stato eliminata la possibilita` di entrare e visualizzare i dati all’interno di un Computer collegato ad Internet perche` consiste in una eccessiva violazione di Privacy, ma tutto il resto resta, quindi, indubbiamente, sara` la fine di chi fa cose sbagliate in Internet come distribuire Crack per programmi o distribuire File non pagati, e cio` e` giusto, il problema, e` che non e` giusto che con questa scusa, tali organi possano farsi le passeggiate nelle nostre memorie.

> E comunque sia, qualunque cosa facciano, > qualcuno trover?sempre il modo di copiare i > dischi con film o programmi, come si ?gi? > fatto con xp ed il suo codice di attivazione!

Tranquillo, tu potrai fare Copie di tutti i tuoi Dischi, ma per uso personale, potrai acquistare un Disco, Copiartelo ed usare quello Copiato, non potrai in nessun modo passare ad un altro la Copia che hai fatto e tu non potrai ricevere Copie da altri e addirittura non potrai comperare un Disco e dopo averlo usato, passarlo ad un altro, perche` il Disco sara` tuo e non potra` essere ridistribuito. Comunque, capisco che non hai chiarissimo il concetto di TCPA, che non e ` altro che un continuo passare di Codici tra ogni singola parte di un HardWare, creanto una sotra di Puzzle in grado di isolare un eventuale componente non regolare a scopo di essere sicuri che tutto sia sicuro e garantito e` naturalmente pagato regolarmente ed appartenga a tale persona, quindi un ladro non se ne farebbe nulla di un Lettore DVD rubato per capirsi, ma vedro` di spiegartelo facendoti un esempio portato un po’ agli estremi.

Presupponendo che tu in Casa abbia gia` tutti gli Elettrodomestici TCPA e ancora non lo sappia, te ne vai in Vacanza in America e ti comperi un DVD di un Film che ti piace tanto chiamato "Movie". Torni qui in Italia a Casa tua ed inserisci il tuo DVD nel Lettore che subito ti dira`: "Attenzione, il DVD appena inserito appartiene alla ’Zona 1’ (Stati Uniti) mentre questo lettore appartiene alla ’Zona 2’ (Europa) quindi il "Movie" non puo` essere visualizzato, rivolgersi al rivenditore per ulteriori spiegazioni" Ora, ammettiamo che tu sia cosi` bravo da riuscire ad oltrepassare il Region Code, ma a questo punto, il tuo Lettore DVD non e` piu` Trusted (Creduto, Affidabile) e quindi la tua Televisione si ferma e ti dice "Attenzione, il tuo Lettore DVD non e` un Sistema sicuro e per questo motivo non puo` essere utilizzato con questa Televisione", ora ammettiamo che se talmente bravo che riesci addirittura a ByPassare il Codice della TiVu` e finalmente riesci a vederti il Film... peccato che poi, non potrai piu` vederti la TiVu` Digitale perche` dato che la tua TV non e` piu` Trusted, il gestore blocca l’invio di segnali con il codice della tua TV e non puoi piu` vederti nemmeno la RAI.

Comunque andiamo avanti, a questo punto tu sei tutto contento e decidi di fare un copia del DVD con il Film "Movie" per un tuo caro amico: inserisci il DVD nel lettore, inserisci il DVD vuoto nel Masterizzatore, e subito ti viene riproposto il problema dei Codici regionali. Ormai pero` sai gia` come fare, quindi ByPassi il problema, ma a questo punto, il Computer non accettera` piu` il tuo lettore perche` non invia al Chip Fritz i Codici di funzionamento, punto chiave del TCPA, quindi, ti trovi a dover cambiare Scheda Madre, ma cambiano Scheda Madre, tutti gli altri HardWare non accetteranno piu` di funzionare in quanto la Scheda non gli risponde in quanto in essa non c’e` il Chip Fritz, quindi Cambi tutti gli HardWare, ma, guarda caso, non puoi piu` installare Windows perche` il Computer non ha HardWare approvato.

Tu, non ti arrendi, sei cosi` un grande che riesci anche a piazzarti tutto con Linux e finalmente riesci a farti la Copia. A questo punto, la porti dal tuo Amico, lui tutto contento la va ad inserire nel suo Computer, e subito il suo Computer non la accetta, gli dira` che il Disco appena inserito risulta essere un Disco Copiato, quindi non puo` essere visualizzato. Anzi, a questo punto entra in funzione il Chip Fritz del Computer e appena si colleghera` ad Internet, comunichera` a chi di dovere che il Computer con tale Codice (naturalmente codice relativo al tuo amico, praticamente come un Targa) ha cercato di visualizzare un Copia non regolare del DVD "Movie", probabilmente partira` la multa.

Supponiamo invece che tu avessi acquistato il DVD in Italia, lo avresti potuto Copiare tranquillamente perche` farsi una Copia del proprio Disco e` permesso anche dal TCPA, ma il tuo Chip Fritz avrebbe comunque comunicato a chi di dovere che era stata fatta la copia del Film Movie "Zone 2" con il Computer con tale Codice, Codice corrispondente a te. Il Disco Copiato e` stato marchiato con un Determinato Codice, corrispondente al tuo Masterizzatore, quindi legato al tuo Codice di Windows, tale Codice verra` tenuto presente dalle autorita`.

Se vorrai guardare tu il Film in questione Copiato, nessun problema, il Computer riconosce che il Disco e` stato fatto da quel Computer e che tu sei possessore dell’Originale e quindi e` regolare, se invece il Disco lo dai all’Amico, subito il Computer gli dira` che non puo` visualizzare tale DVD perche` non e` suo, non comunica i Codici corretti, anzi, il Chip Friz comunichera` che si e` cercato di visualizzare un DVD copiato da un Masterizzatore con relativo codice... questa volta non hai piu` scampo, risalgono a colui che ha fatto la copia e molto probabilmente ti arriva la Multona.

 

Sesta opinione


 

Probabilmente, quando tutto questo Sistema funzionera`, quando acquisterai un Film, ci sara` il Codice di attivazione anche per quello, simile a quello di WindowsXP, per essere sicuri che il DVD sia tuo e non lo vada a mostrare a Casa di altre persone.

Con questo esempio, nessuno vuole proteggere la pirateria, anzi, capiamo bene cio` che ha portato a questo, ma quello che vogliamo mettere in luce con questo esempio e` il livello di controllo a cui saremo sottoposti. Tutto questo vale per ogni cosa Elettronica, anche i Cellulari saranno lo stesso con le Batterie (una nota azienda produttrice di Cellulari ha proposto un Sistema che nel caso in cui non si inserisca una Batteria originale, il Cellulare, di suo, autobrucia i Circuiti suicidandosi), insomma, ogni cosa della casa avra` sto "Diavolo" Chip Fritz e tu non potrai fare niente perche` se nel tuo Computer non c’e` tale Chip, non potrai nemmeno visitare le pagine Web che invece ce lo hanno, a quel punto potrai solo navigare in un Web di Computer non DRM, che sara` molto ristretto visto che sara` la fetta minima del mercato dato che nessuna Azienda vorra` starci, tutte andranno a lavorare in DRM.

Questo e` quello che e` trapelato nel 2002 riguardo a DRM, vedremo se tra qualche anno, entro il 2010, saremo ridotti in queste condizioni, a quel punto, non si potra` piu` parlare di Mondo Libero perche` se una persona che ha un Computer non Palladium si trova a non poter visitare tutti i Siti Internet che lo sono, beh, allora ditemi voi dove e` la liberta`.

ESEMPIO 2 > Guarda che quando verr?attivato Palladium > non avrai pi scelta... o windows o windows...

Guarda che nessuno ti obbliga ad aderire a Palladium, l’unico problema e` che Palladium e` rigido, o accetti di starci dentro, e ci sei dentro fino alla fine, o ci stai fuori. Se ci stai dentro devi avere tutto il Computer Palladium, l’HardWare, ogni sognolo pezzo, ogni singola Scheda, deve essere TCPA ed una volta che hai questo, su quel Computer ci potrai installare solo programmi DRM, partendo dal Sistema Operativo, che per ora e` solo il prossimo Windows che uscira` nel 2005, ad ogni singola altra applicazione, come Office, Giochetti vari, e poi, naturalmente, in Internet avrai accesso a tutti i Siti Internet che hanno accettato DRM e dove quindi c’e` un altro Computer Server che dovra` essere per forza Palladium dall’HardWare al SoftWare. Se ne stai fuori, dovrai prendere solo HardWare non TCPA, il che vorra` dire ben poco visto che le HardWare House penseranno a dove c’e` piu` clientela, e quindi ti rimane il lato SoftWare dove dovrai scegliere un Sistema Operativo che non sia DRM, in parole povere, che non sia Windows, e tutte le applicazioni che dovrai usare, non devono essere DRM. Poi navigherai in Internet, ma non potrai visitare tutti quei Siti Internet Palladium in quanto il tuo Computer non e` Trusted e potresti essere un malintenzionato, e quindi ti tagli via una cosa come il 70% dei Siti Internet se non di piu`.

Ora, e` vero che si puo` scegliere, ma la scelta diventa quasi obbligata, oltretutto la maggior parte della gente non sa che cosa sia sto Palladium ed il risultato e` che probabilmente avra` un gran successo perche` la gente aderira` senza sapere... Tranquillo, Palladium in parte e` stato anche fermato per fortuna, almeno hanno impedito che persone autorizzate potessero entrare nel Computer e dare una occhiata a cio` che avevi dentro, documenti inclusi, per cercare progetti di attentati... resta il controllo di tutte le Program Key, il che vuol dire, solo SoftWare originali e con relativa Licenza, lo stesso varra` per gli HardWare, e impossibilita` di installazione di SoftWare o HardWare non approvati dal TCPA, insomma, o paghi, o sei tagliato fuori, come ho spiegato prima, ma ora porto un altro esempio prendendo come base un ipotetico Computer TCPA:

> COMPUTER TCPA: > MOTHER BOARD = una TCPA, ad esempio Intel > PROCESSOR= PentiumD: 3Ghz > RAM= 786Mb: 3x DIMM 168Pin 256Mb > HARDDISK= 50Gb: 2x WesternDigital: > - 30Gb UDMA5 (Primary Master) > - 20Gb ATA100 (Primary Slave) > CD-DVD ROM= Creative: 12X DVD = 48X CD > VIDEO CARD= 3Dfx: Voodoo4 4500 32Mb 100Mhz AGP > SCSI CONTROLLER: Adaptec: 50Mbps PCI

Questo indubbiamente e` un Computer Palladium, come sappiamo infatti la Intel e`una promotrice dell’iniziativa, Creative si e` gia` dichiarata a favore, Asus non ancora e di fatto tutte le componenti di questo Computer devono essere state comperate tutte nello stesso paese, ad esempio in Italia, per via dei Codici Regionali. naturalmente il sistema Operativo non puo` che essere uno dei due DRM: > OPERATING SYSTEM: "WINDOWS Vista" oppure "Mac OS"

> COMPUTER NON PALLADIUM: > MOTHER BOARD= come ho detto ASUS non ha aderito, per fortuna, quindi, ASUStek > PROCESSOR= G5 per esempio... o qualcosa non TCPA (quindi nessun X86) > HARDDISK= Boh, qualcosa non TCPA > CD-DVD ROM= Boh, qualcosa non TCPA > VIDEO CARD= Boh, qualcosa non Palladium > SCSI CONTROLLER: Boh, qualcosa non TCPA

> E come Sistema Operativo, purtroppo non c’e` piu` molta scelta, e` rimasto solo, Linux con tutte le sue innumerevoli versioni & distribuzioni diverse & altri non DRM

Sarei curioso di vedere, se c’e` un qualche modo, per ottenere un Computer con le stesse prestazioni del primo, prendendo HardWare non TCPA, anche girando per tutti i paesi del mondo, visto che non risulta facile trovare qualche HardWare house che non abbia aderito al TCPA...

ESEMPIO 3 Direi che per concludere in bellezza, ci vorrebbe un esempio con il SoftWare. Abbiamo un Computer Palladium con i seguenti programmi: OPERATING SYSTEM: "Microsoft Windows Vista" o "Mac OS" Microsoft Office Adobe Acrobat Ed altri programmi DRM, basta leggere la lista degli aderenti al progetto per farsi una idea. Naturalmente tutte le Componenti di questo Computer dovranno essere per forza TCPA

Ora, facciamo un Computer non DRM beh, almeno qui c’e` un po’ di piu` scelta rispetto che prima con gli HardWare: OPERATING SYSTEM: Linux, FreeBSD, Bsdos, ... Open Office Boh, no so che altro Il problema e` che se io ad esempio non avessi voluto installare su "Windows" o "Mac OS" Microsoft Office, ma avessi preferito "Open Office", beh, a quel punto il Sistema Operativo avrebbe rifiutato di installare tale Programma perche` non e` approvato da DRM.

Ovvio che in queste condizioni, si incorre anche nel fatto piu` brutto, e cioe` che se hai il Computer Palladium, puoi navigare in Internet in tutti quei Siti che hanno aderito a Palladium come Microsoft.net, mentre chi ha il Computer non Palladium, non potra` mai accedere al Sito della Microsoft perche` non ha un Computer controllato da Palladium e non potra` nemmeno installarsi Microsoft Office perche` il Computer non e` Trusted.

Nel caso opposto e` lo stesso, un utente Linux che volesse installare "Microsoft Office" non puo` perche` Linux non e` in grado di Decriptare il programma, quindi, non riesce nemmeno a leggerlo per installarlo.

E questo ce lo vogliono far passare per un Sistema di Sicurezza?

E` vero che Hacker e Cracker non avranno piu` modo di fare danni in Rete, ma perche` non ammettono che in fondo e` un modo sicuro per assicurarsi di guadagnare un sacco di soldi senza problemi di pirateria?

Ripeto, noi non vogliamo proteggere la pirateria, noi vogliamo solo rendere la gente consapevole del livello di controllo a cui sara` sottoposta tra pochi anni!

Le Case DiscoGrafiche lottano perche` questo Sistema venga attivato al piu` presto e possiamo anche facilmente immaginare il perche`.

Ora, l’unica cosa da fare e` rifiutare questo Sistema, quando andiamo a comperare un Computer, assicuriamoci che non abbia il TCPA, e rifiutiamo di comperare il nuovo Processore della Intel, Boicottiamo questo "Pentium D" in modo da tenere lontano da noi il Chip Fritz e rifiutiamo sia il futuro Windows, quello che verra` messo in commercio dal 2006, che il futuro Mac OS, bisogna rifiutare di comperare questi prodotti TCPA & DRM, solo cosi`, possiamo sperare che i promotori di questa iniziativa capiscano che la gente non vuole essere controllata, vuole essere libera con la sua Privacy, ma per fare questo, c’e` bisogno che avvenga una azione di massa, altrimenti, una volta entrati in questo Meccanismo, non se ne puo` piu` uscire.

RICORDA
-  "Windows Longhorn" e` il nome del progetto del Sistema Operativo "Windows" che verra` messo in vendita come "Windows Vista" o "Windows Vista", quindi, qualunque sia il nome del prossimo "Windows", fai finta che non esista.
-  "Mac OS" e` il Sistema Operatrivo Machintosh che nella versione "X86" include Palladium, quindi, fa finta che "Mac OS X86" non sia mai esistito.
-  Infine il "Pentium D" che e` il MicroProcessore della Intel che include Palladium direttamente nell’Hardware, quindi dimenticati della Intel, ma non pensare di avere vita facile con AMD, non e` detto che il nemico del tuo nemico sia tuo amico perche` pure quella e` parte di Palladium.

Quindi, BOICOTTIAMO TUTTI QUESTI PRODOTTI:
-  Il Processore Intel "Pentium D"
-  La prossima versione di Microsoft Windows
-  Il "Mac OS" per i processori "X86" che per chi non lo sapesse sono i Processori "Intel" e gli "AMD"

L’UNIONE FA LA FORZA ED IL MERCATO SCEGLIE LA VITA DI CERTI PRODOTTI SIAMO NOI A DECIDERE: BOICOTTA PALLADIUM!!!

ULTERIORI INFO AI SITI: http://www.complessita.it/tcpa/ http://www.againsttcpa.com/tcpa-faq-it.html http://www.pcimprover.it/articoli/vedi.php/id=64 http://www.softwarelibero.it/GNU/nemici/palladium.shtml http://www.linuxhelp.it/modules.php?name=News&file=article&sid=73


L’ uomo ragionevole si adatta al mondo, l’ uomo irragionevole pretende di adattare il mondo, e’ per questo che il mondo va avanti grazie agli irragionevoli !

 

Settima opinone

Su su.. apriamo gli occhi... Ho abbandonato windows dal periodo dell’uscita di win98 e sono passato a LinuX(parliamo del periodo 2.0(in particolare 2.0.34(Slackware 3.5 per capirci))) e fortunatamente tranne a causa di inconvenienti (tipo internet point) non ho mai più avuto a che fare con il mondo microzozz. Dopo questa premessa vorrei invitarvi a riflettere su un paio di cose:

Nella fase di sviluppo di Palladium AMD è stata insieme a intel, microsoft, HP, IBM.. etc. una delle case che ha maggiormente invenstito nel progetto. Dimentichiamoci quindi di AMD. Ma questo non preoccuperà molto voi utenti windows che si stanno aprendo negli ultimi 20 alle prospettive del mondo Linux. Credo che non sia mai un bene parlare di argomenti poco conosciuti come la gestione delle applicazioni sicure da parte di palladium. Provate a far girare Debian 3.1 su un sistema Palladium per capire di cosa parlo :). Conclusioni: Linux "poteva" essere una soluzione prima dell’uscita di palladium, prima che l’esercito di MicroZombies dilagasse nel mondo portando Windows nelle proprie case e nei propri uffici. Ma d’altronde l’utente medio non ha la più pallida idea di cosa sia l’informatica, di cosa sia un sistema operativo o una architettura hardware.

Per la cronanca: con Palladium dite addio a linux e a webserver robusti e potenti come apache.

In quanto a me.. beh.. ho abbandonato le piattaforme intel e in generale le macchine CISC da un bel po’.. quindi.. Buon divertimento con Microsoft(L’avete voluta, ve la tenete)

Cosa ne pensa il Sito Zeus News (http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4528)

Guida a Palladium per profani

Perché un ristretto numero di esperti grida alla catastrofe nell'indifferenza generale? Cerchiamo di chiarirlo con parole semplici (e con un video).

Parte prima: la tecnica e la politica

Si è parlato molto, in questi ultimi tempi, dell'introduzione sul mercato dei primi sistemi TC-compliant, vale a dire conformi alle specifiche dettate dal consorzio TCG (Trusted Computing Group), già noto ai più col nome di Palladium.

Chi non ci sta si è già organizzato nell'iperattivo gruppo di no1984.org, ma solo gli organi di informazione specializzati sembrano occuparsi del problema. Anche alcuni lettori di Zeus News, medium tradizionalmente votato al mondo dell'informatica, ci hanno chiesto di chiarire meglio la questione, affrontata finora in modo tecnico, spesso incomprensibile.

Essere precisi è piuttosto complicato, perchè il consorzio incriminato tende a diffondere poche notizie, mascherandole dietro pompose comunicazioni commerciali.

Inoltre, la situazione è in continua evoluzione: quello che oggi si chiama Trusted Computing (informatica fidata) ha effettuato, nel corso degli anni, parecchi cambi di nome e di rotta, sulla spinta anche di proteste e petizioni giunte dagli utenti. Non è escluso che il far uscire false indiscrezioni per testare il mercato sia una precisa strategia di marketing.

Quello che sappiamo è che il TCG, un cartello di industrie private rappresentanti la quasi totalità dei produttori mondiali di Information Technology, sta lavorando su una nuova generazione di macchine, un sistema che unisce inscindibilmente software e hardware, attivo a prescindere dal sistema operativo installato.

Il cuore del sistema è un chip, chiamato Trusted Platform Module (TPM), ma noto col nome di Fritz, che equipaggerà non solo i PC, ma tutti gli elettrodomestici e gli apparecchi comandati elettronicamente. Il chip custodisce al proprio interno una chiave crittografica, costituita da una coppia di numeri inaccessibili dall'esterno.

A regime, ogni informazione che circolerà tra i componenti del PC sarà criptata da questa chiave. In questo modo, il simpatico Fritz farà un po' da vigile, controllando tutto il flusso dei dati, e al tempo stesso marcherà in maniera indelebile l'hardware, senza alcuna possibilità di essere alterato.

Lo scopo dichiarato del consorzio è combattere frodi, pirateria e attacchi alla sicurezza nell'Internet. In realtà, sospettiamo che l'obiettivo sia un altro, come spiega Nicola Grossi nel suo articolo "L'affare del secolo", e cioè limitare i diritti degli utenti con una pesante DRM. In questo modo si controllerà il mercato dei contenuti multimediali, in cui i membri stessi del TCG e i loro principali clienti hanno fatto enormi investimenti.

Come si vede, la faccenda è molto meno tecnica di quanto sembri. Pare più che altro una questione di fiducia, come la parola "trusted" sembra suggerire. Una fiducia che le multinazionali dell'informatica mostrano di non avere nei confronti dei propri clienti.

Per questo, siamo noi a non poterci fidare di loro, come sintetizza il filmato di lafkon.net, tradotto e doppiato da no1984.org, scaricabile qui.

Seconda parte

Parte seconda: il lato luminoso e la fregatura

Ovviamente, i signori del TCG mostrano solo il lato luminoso del sistema. I portatili messi in commercio per Natale permettono, per esempio, di crittografare l'intero hard disk: i dati saranno automaticamente salvati in codice, così all'eventuale ladro non basterà formattare il dispositivo, perché la chiave per l'accesso sarà custodita nell'inviolabile Fritz.

Ma questo è niente rispetto a quello che sarà realizzabile tra poco: il chip sarà messo a guardia contro virus, trojan, e tutti i malware possibili, che, non possedendo il permesso di essere eseguiti, saranno inesorabilmente fermati.

Sarà pure un valido aiuto contro il phishing e altri sistemi di furto di identità, che costano ogni anno soldoni agli utenti della Rete. Potrebbe anche identificare i siti web visitati, e assicurarci che siano legittimi. E questo favorirebbe indubbiamente il rinascere dell'e-commerce.

Ma ogni medaglia ha il suo rovescio, e tutti gli spiriti liberi del pianeta si stanno chiedendo inquieti cosa si nasconda nel lato oscuro, a fronte dei ridicoli vantaggi elencati, già ottenibili con le attuali tecnologie (e con un po' di buonsenso).

Innanzi tutto, non è sano affidare tutta la sicurezza informatica del mondo nelle mani di un gruppo di affaristi. La più palese anticipazione di quello che potrebbe succedere ce l'ha data la nota vicenda del rootkit di Sony: una multinazionale, membro ufficiale del consorzio TCG, con interessi sia nel settore dell'hardware che in quello della distribuzione musicale, non ha esitato a infettare il PC dei propri clienti col peggiore dei malware, per proteggere i propri (virtuali) profitti.

Se questo fatto fosse avvenuto nell'era di Palladium, sarebbe passato sotto silenzio: Sony, infatti, non avrebbe avuto difficoltà a far validare il suo rootkit come "software certificato", e a impedire a qualunque hacker di scoprirlo e di rimuoverlo. Con buona pace di chi crede ancora che Fritz lavori per la nostra sicurezza.

Qualcuno solleva anche problemi di privacy: la cifra indelebile conservata da Fritz, che identifica il PC, potrà tracciarne qualunque passaggio in qualunque rete. Inoltre, ogni volta che accenderemo il computer, saremo identificati con una password, o meglio ancora, un controllo biometrico. Quindi, anche noi lasceremo la nostra traccia.

Se non avrà sufficienti permessi a disposizione, per esempio per eseguire un brano mp3, o aprire un file doc, Fritz potrà chiederli all'esterno, via internet (e non si è ancora capito bene a chi). Ogni volta che cercheremo di fare una copia, aprire un file, collegarci a un sito web, la macchina avrà il potere di impedircelo.

Ogni singolo atto del nostro computer sarà controllato, o meglio controllabile, dall'esterno. Qualsiasi cosa scarichiamo, legale o meno, sarà sottoposta all'approvazione di Fritz e dei suoi superiori. Anche farci prestare il DVD da nostra zia potrebbe diventare un problema.

Ma non è solo una questione di riservatezza, per quello che può valere. La tecnologia trusted potebbe uccidere il software libero e le piccole aziende di programmazione, perché, di fatto, potrebbe porre ostacoli tecnici e economici al processo di certificazione.

Per fortuna, al TCG si sono affrettati a dichiarare che (bontà loro) a free e opensource software non sarà impedito il funzionamento.

"Ma il problema è un altro," sostiene Alessandro Bottoni in questo articolo: "i sistemi operativi privi di supporto per il Trusted Computing non possono accedere ai dati (cifrati) che appartengono ad applicazioni Trusted Computing."

Ciò significa, se il TC diventasse la norma, che Linux non sarebbe in grado di accedere a nessun documento elaborato da un computer TC, come file di testo, pagine web, filmati, registrazioni audio. E se crollasse la compatibilità dei formati, nessuno vorrebbe più Linux sul proprio PC.

Nella prossima guerra di standard, non è ancora chiaro chi vincerà. Il consorzio TCG è ricco e potente, ma basta una sola incrinatura, un solo produttore fuori standard, per rendere inutili i loro sforzi. Nostro dovere è informarci e informare, per sfruttare questa eventualità.

 

    HOMPAGE